Intelligenza artificiale: ZTE lancia una nuova tecnologia

1037

La nuova soluzione mette a disposizione applicazioni diversificate per i servizi cloud, le Reti intelligenti, i componenti e i dispositivi

ZTE, fornitore internazionale di prodotti e servizi per le telecomunicazioni, attivo da un decennio anche in Italia, ha presentato in Cina una nuova tecnologia proprietaria che si basa sull’utilizzo innovativo dell’intelligenza artificiale. La soluzione identificata dalla società cinese è volta a supportare gli operatori nella costruzione di Reti di nuova generazione. La soluzione – che si compone di un’unica piattaforma e di una serie di servizi all’avanguardia – è stata elaborata alla luce dell’architettura end-to-end propria dell’intelligenza artificiale, delle sue applicazioni e degli scenari tipici a essa collegati.

Con un’unica piattaforma, la soluzione di ZTE mette a disposizione applicazioni diversificate per i servizi cloud, le Reti intelligenti, i componenti e i dispositivi. Il cloud basato sull’intelligenza artificiale, fornisce servizi video e vocali che si fondano su una serie di tecnologie di ultima generazione, come il riconoscimento facciale e della voce, l’identificazione umana e dei veicoli e le tecnologie di Natural Language Processing (NLP).

L’applicazione dell’intelligenza artificiale alle Reti intelligenti, basate su algoritmi di precisione, permette di utilizzare soluzioni di Operation & Maintenance per l’ottimizzazione delle infrastrutture. Per quanto riguarda i componenti, le soluzioni di ZTE includono chip, moduli robotici e dispositivi intelligenti (smartphone ed elementi Smart Home) ad elevata autonomia. Attraverso una serie di attività congiunte con operatori cinesi e internazionali – tra cui ricerca e sviluppo, test sul campo, acquisizione di dati, training e ottimizzazione – è stato possibile accelerare lo sviluppo di tecnologie innovative e dei processi di commercializzazione.

ZTE in Italia sta espandendo il proprio business grazie ad un vasto piano di sviluppo tecnologico che, recentemente, le ha consentito di vincere la gara per il 5G di Wind Tre e sta lavorando con i suoi dipendenti italiani, dislocati in 14 città, per realizzare questo progetto altamente innovativo.