6 consigli per gestire rete e dispositivi in sicurezza

634

Gli esperti di sicurezza di Lexmark spiegano come massimizzare la sicurezza di rete e di stampa

Con il crescente utilizzo dei dispositivi mobili e la necessità di supportare le iniziative BYOD aziendali, i dipartimenti IT devono trovare il giusto equilibrio tra fornire agli utenti gli strumenti necessari per incrementare la loro efficienza, e ridurre al minimo il rischio di intrusione attraverso network e connessioni.

Di seguito sei consigli degli specialisti Lexmark per mantenere protetti i dispositivi di rete e di imaging:

  1. Certificati digitali— I certificati della Certificate Authority (CA) consentono a un dispositivo di accettare e validare le credenziali di un altro sistema nella rete.
  2. Filtering porte – Il filtering aumenta il controllo sulle attività del dispositivo in rete e viene utilizzato per configurare i dispositivi e filtrare il traffico su specifiche porte di rete.
  3. Filtering indirizziIP — I dispositivi di rete sono configurati per consentire le connessioni TCP/IP solo da una lista specifica di indirizzi TCP/IP.
  4. Controllo degli accessi role-based — Gruppi e utenti individuali usano nome della rete e password come credenziali di accesso ai dispositivi, e il dispositivo determinerà se un utente ha il livello adeguato di accesso.
  5. Autenticazione via scheda – I dispositivi di imaging dovrebbero supportare una serie di soluzioni contact e contactless per l’autenticazione di base via badge, in particolare quando l’identità di un utente è collegata a un badge identificativo.
  6. Aggiornamenti firmware– Gli aggiornamenti firmware dovrebbero essere trasmessi attraverso la rete in modo da aggiornare tutti i dispositivi contemporaneamente.

Poiché virus come WannaCry sono oggi sempre più diffusi, è importante considerare tutti gli aspetti delle necessità digitali di un’azienda. Seguire questi suggerimenti può contribuire a una maggiore consapevolezza e conoscenza delle specifiche esigenze di sicurezza di ogni impresa.