Piteco pronta a entrare nel mercato telematico principale MTA

627

Eccellenza italiana con clienti internazionali, l’azienda è stata scelta anche da AITI come partner unico per celebrare i 25 anni della Tesoreria d’impresa

Piteco, società quotata su AIM Italia e specializzata nella progettazione e implementazione di soluzioni gestionali in area Tesoreria e Finanzia, si conferma realtà di riferimento nel panorama delle software house italiane ed è stata scelta da AITI (l’Associazione Italiana Tesorieri d’Impresa) quale partner unico dell’evento L’evoluzione del Tesoriere d’impresa, in programma venerdì 16 giugno a Milano, per celebrare il XXV Anniversario dell’associazione.

Insieme ad AITI, Piteco racconterà l’evoluzione della figura del Tesoriere dagli anni ’80 ad oggi, la trasformazione negli anni dei sistemi informativi di Tesoreria utilizzati dalle aziende e lo sviluppo del treasury management system Piteco che dagli anni 80 ad oggi è stato scelto da oltre 650 gruppi nazionali e internazionali in tutti i settori industriali, qualificandosi nel 2017 come tool di Tesoreria leader di mercato.

“Poche aziende come PITECO sono state per oltre 30 anni a fianco delle aziende che volevano innovare i processi in ambito tesoreria, spiega Andrea Guillermaz, Partner Piteco. Il lavoro svolto in questi anni, i risultati raggiunti sia in tema di innovazione, sia in tema comprensione ed anticipazione dei trend di mercato sono la conseguenza della prossimità con i clienti e di una costante capacità nell’affiancare lo sviluppo del business delle più importanti aziende e gruppi industriali italiani. È quindi per noi motivo di orgoglio essere stati scelti come partner unico da AITI per questa importante occasione, sancendo il ruolo che la nostra società ha avuto in questi anni nella crescita del settore. In venticinque anni abbiamo vissuto non una semplice evoluzione, ma un vero e proprio cambio di paradigma: dal local al global, dall’analogico al digitale, dal prodotto alla strategia integrata. Se siamo sul mercato internazionale con un ruolo di primo piano, lo dobbiamo anche al terreno fertile che l’associazione ha saputo creare”.

La solidità di Piteco unita alla capacità di innovazione, requisiti alla base della quotazione avvenuta a luglio 2015 sul mercato AIM di Borsa Italiana, si riaffermano oggi volano per la crescita di questa eccellenza italiana, che continua a maturare anche sul mercato azionario: l’ingresso nel capitale sociale di primari investitori istituzionali italiani ed esteri e un conseguente aumento del flottante – annunciati pochi giorni fa – rappresentano la base per il passaggio dal mercato AIM a quello telematico principale MTA. Così Marco Podini, Presidente di Piteco, commentando l’operazione: “L’ingresso nel capitale di Investitori Istituzionali di elevato standing, tra cui Ennismore Fund Management, Arca Fondi SGR, Sella Gestioni SGR e Praude AM, è un’ulteriore conferma di fiducia nei confronti del nostro modello di business e delle nostre potenzialità di crescita; con questa operazione, finalizzata all’ampliamento della base azionaria, abbiamo raggiunto l’ultimo dei requisiti necessari per poter intraprendere il percorso che porterà la Società sul mercato principale”.