GFT presente all’ABI Lab Forum 2017 Bank to the Future!

489

L’evento vedrà il mondo bancario, istituzionale, accademico e aziendale incontrarsi per un viaggio nell’ecosistema digitale

GFT Italia, parte del Gruppo GFT, fornitore di soluzioni IT per il settore finanziario, sarà uno dei partner della 13° edizione dell’ABI Lab Forum 2017 Bank to the future! L’evento, patrocinato dall’Agenzia per l’Italia Digitale, vedrà il mondo bancario, istituzionale, accademico e aziendale incontrarsi per un viaggio nell’ecosistema digitale, un cambiamento sociale, economico, culturale che passa attraverso le tecnologie digitali.

Nella sessione pomeridiana del 21 marzo 2017 dedicata ai Case Study sarà relatore Alberto Fiorino, Direttore Area Organizzazione, ICT e Operations di Creval Sistemi e Servizi (Gruppo bancario Credito Valtellinese) affiancato da Franco Saracco, Sales Executive Director GFT Italia. 

L’intervento dal titolo “Distributed Ledger, un’iniziativa di sistema” vuole approfondire le potenzialità del fenomeno Blockchain e Distributed Ledger Technology (DLT) nel settore per ridurre i costi associati alle transazioni, garantire la privacy e globalizzare i servizi. Essa presenta, infatti, una serie di caratteristiche intrinseche che contribuiscono a rendere più efficiente l’accesso e la fruizione delle informazioni.

In particolare, l’iniziativa descritta è stata resa possibile attraverso un piano di lavoro guidato da GFT, che ha visto la presenza di 9 Banche e si è sviluppato su un orizzonte di circa 16 settimane. GFT ha optato per un approccio pragmatico che andasse ad esplorare ambiti di business prioritari per le banche, ovvero dove vi fossero per lo meno problematiche di processi da rivedere e rischiosità da mitigare. Ma soprattutto, e da qui il titolo dell’intervento, è stato costituito un tavolo di lavoro che comprendesse gruppi bancari di varie dimensioni e partner qualificati che, insieme a GFT, coprissero aspetti infrastrutturali e di servizio (SIA) e di Blockchain awareness (B3).

“L’obiettivo di tale iniziativa – afferma Franco Saracco, Sales Executive Director GFT Italia –è stato quello di valutare l’applicabilità della tecnologia Blockchain- Distributed Ledger a casi concreti di business, con un primo focus nell’ambito Area Crediti «Anticipo Fatture». Abbiamo –conclude Saracco – tramite una «Proof-of-Concept» (POC) analizzato, in termini di rischio e performance, l’attuale processo «Anticipo Fatture» con un indirizzo di «sistema» aperto a tutte le Banche”.

Passo ulteriore sarà valutare con le Banche partecipanti altri campi di applicazione e le relative priorità realizzative nell’ambito dei processi «Business-to-Business» secondo una logica complessiva (End-to-End).

“BlockChain diventa quindi il catalizzatore per promuovere e perseguire l’adozione di architetture open e sfruttare il valore degli ecosistemi di reti e di business” – evidenzia Alberto Fiorino, Direttore Area Organizzazione, ICT e Operations di Creval Sistemi e Servizi (Gruppo bancario Credito Valtellinese). 

L’estensione della soluzione permetterà di coprire l’intero processo «Business-to-Business» dell’“Anticipo Fatture” offrendo alle Banche l’opportunità di intercettare bisogni sempre più complessi. Sul modello distribuito progettato si potranno, inoltre, innestare ulteriori ambiti come ad esempio Crediti, Pagamenti, Sicurezza, Customer Relationship, etc.