Akamai acquisisce Cyberfend

537

L’azienda rafforza così le soluzioni per il rilevamento di bot e di attacchi automatizzati per ambienti web e Mobile

Akamai Technologies ha annunciato oggi di avere acquisito Cyberfend, azienda attiva nel settore delle soluzioni per il rilevamento di bot e di attacchi automatizzati per ambienti web e Mobile, con una transazione interamente in contanti. L’acquisizione è destinata a potenziare ulteriormente i servizi di gestione dei bot e mitigazione, di cui Akamai già dispone. L’azienda è particolarmente attenta alle problematiche di sicurezza e a sensibilizzare gli utenti sui rischi e le contromisure necessarie per fronteggiare i pericoli della rete. Sull’argomento sono disponibili due interessanti White Paper gratuiti scaricabili a questo link.

Il furto e l’abuso di credenziali sono un problema significativo per le aziende online e i loro clienti. Secondo recenti stime del settore, attualmente sarebbero in circolazione miliardi di credenziali utente compromesse, quali nomi utente, password, indirizzi e-mail, trafugate nel corso delle principali violazioni. Queste credenziali rubate potrebbero avere un valore da due a cinque volte superiore a quello delle comuni informazioni delle carte di credito.

 

Sofisticate campagne di abuso di credenziali, che sfruttano spesso una serie di vettori di attacco diversi, tentano di utilizzare credenziali rubate per accedere a un’ampia gamma di comuni servizi web e Mobile, come servizi di e-commerce, finanziari, turistici e sanitari, per citarne alcuni.

Riuscire a rilevare gli attacchi che utilizzano credenziali sottratte può rivelarsi difficoltoso, in quanto tali credenziali sono legittime a tutti gli effetti. Inoltre, gli autori degli attacchi possono nascondersi all’interno del traffico utente web e Mobile regolare, attaccare durante le ore di servizio e distribuire i propri attacchi da dispositivi comunemente utilizzati associati a milioni di indirizzi IP in diverse regioni geografiche.

L’introduzione della soluzione Bot Manager di Akamai all’inizio di quest’anno ha aiutato le aziende online a gestire bot e altri agenti automatizzati che visitano i loro siti“, ha spiegato Stuart Scholly, Senior Vice President e General Manager della divisione Web Security di Akamai. “L’integrazione con la tecnologia di Cyberfend fornirà ai nostri clienti un modo migliore per identificare e bloccare l’abuso di credenziali sui loro siti, con vantaggi sia per il business online sia per gli utenti“.

Con l’acquisizione di Cyberfend, Akamai intende estendere le funzionalità della propria soluzione Bot Manager offrendo alle aziende online la tecnologia necessaria per distinguere efficacemente tra clienti reali e autori di attacchi e limitare la capacità di questi utili di aggirare il rilevamento. Akamai ritiene che le solide funzionalità di rilevamento in tempo reale basate sull’apprendimento automatico, offerte da Cyberfend e già utilizzate in alcune delle proprietà web a maggior traffico del mondo, saranno determinanti per consentire a Bot Manager di continuare a contraddistinguersi come miglior soluzione per rispondere ai complessi requisiti dei clienti.

Cyberfend aiuta le aziende a implementare strategie efficaci per far fronte agli attacchi che sfruttano l’abuso di credenziali“, ha dichiarato Sreenath Kurupati, cofondatore e CEO di Cyberfend.

L’altro cofondatore dell’azienda, Sridhar Machiroutu, ha poi proseguito dichiarando, “La scalabilità e la portata della piattaforma di Akamai unite alla tecnologia di Cyberfend e l’integrazione della soluzione Bot Manager di Akamai con le funzionalità di Cyberfend danno vita a una proposta di valore assolutamente entusiasmante per i clienti di tutto il mondo“.