+23% per il Q4 2015 di Esker

75

Le soluzioni cloud-based, il consolidamento di un anno di acquisizioni societarie e l’entrata in produzione di diversi contratti sono alla base della crescita

Rispetto al quarto trimestre del 2015, Esker ha registrato nel quarto trimestre del 2015 un fatturato pari a 16,1 M€, segnando una crescita del 23% (+10% a un tasso di cambio costante e una crescita like-for-like).

Questi risultati positivi sono stati in larga parte una conseguenza della crescita dinamica delle soluzioni cloud-based, dell’incremento del valore del dollaro statunitense e dell’acquisizione di CalvaEDI e TermSync.

Il fatturato totale nel 2015 è stato di 58,8 M€, il che segna un +27% rispetto al 2014 (+13% escludendo le acquisizioni e considerando un tasso di cambio costante). Ancora un trimestre e un anno di crescita e risultati record nella storia dell’azienda.

Crescita a +28% nelle Soluzioni Cloud-Based

Il fatturato totale relativo alla piattaforma cloud-based di Esker è aumentato del 28% nel quarto trimestre del 2015, rappresentando in questo modo il 72% del fatturato totale dell’azienda nel corso dell’anno (e il 75% del Q4). Questa crescita può essere attribuita al numero significativo di clienti che hanno firmato nel trimestre precedente e che ora sono entrati nella fase di produzione.

Il fatturato relativo ai prodotti legacy e alle soluzioni di automatizzazione dei processi documentali su licenza ha segnato un leggero calo durante l’ultimo trimestre, a causa di un livello insolitamente alto nel Q4 2014. Tuttavia, il peso relativo di quest’area (9%) non ha avuto un impatto sensibile sulla crescita dell’azienda.

Redditività e Struttura Finanziaria rafforzata

Esker anticipa i profitti operativi finali per il 2015, grazie alla crescita dinamica e un favorevole effetto cambio. Nonostante due importanti acquisizioni effettuate nel 2015, al 31 dicembre 2015 la liquidità aziendale era stabile a 15,8 M€, contro i 17,5 M€ dell’anno precedente. Con una liquidità netta di 11,6 M€ e un valore di circa 180’000 azioni proprie, Esker mantiene l’indipendenza finanziaria necessaria per perseguire la strategia di combinare crescita organica e acquisizioni.

Prospettive per il 2016

Grazie a fattori positivi come l’entità del fatturato ricorrente (quasi l’80%), il consolidamento di un anno di acquisizioni societarie e l’entrata in produzione di contratti siglati alla fine del 2015, Esker prevede di essere in grado di ottenere una crescita a doppia cifra nel 2016.