eBay presenta una grave vulnerabilità

62

La falla permette ai cybercriminali di diffondere phishing e malware

eBay, il colosso delle aste online e di e-commerce, con sedi in più di 30 paesi e con più di 150 milioni di utenti in tutto il mondo, presenta una grave vulnerabilità. A rivelarlo è Check point che ha evidenziato una falla che consente agli hacker di scavalcare il codice di autenticazione di eBay , e controllare il codice vulnerabile da remoto, per eseguire script Java malevoli contro gli utenti di eBay prescelti come vittime. Senza una patch per questa situazione, i clienti di eBay continueranno ad essere esposti a potenziali attacchi di phishing e a furti di dati.

Un attacco contro gli utenti eBay potrebbe svolgersi attraverso l’invio di una pagina legittima, che contiene però del codice malevolo. I clienti potrebbero essere ingannati e convinti ad aprire la pagina, e a quel punto il codice verrà eseguito dal browser o dall’app mobile dell’utente, causando diversi inquietanti scenari, che vanno dal phishing al downoload duplice.

Dopo la scoperta di questa vulnerabilità, Check Point ne ha rivelato i dettagli a eBay in data 15 dicembre 2015. Tuttavia, in data 16 gennaio 2016, eBay ha dichiarato di non avere modo di rimediare alla vulnerabilità. La demo dell’exploit è ancora disponibile in versione live.