Datalogic: dalla BEI 30 milioni di euro per la ricerca

235

Il finanziamento servirà a sostenere gli investimenti, l’attività di ricerca e sviluppo e l’innovazione tecnologica dell’azienda

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha sottoscritto un contratto di finanziamento per complessivi 30 milioni di Euro, con una durata di 5 anni amortizing, con Datalogic, attiva nei settori dell’acquisizione automatica dei dati e dell’automazione industriale e produttore di lettori di codici a barre, mobile computer, sensori per la rilevazione, misura e sicurezza, sistemi di visione e marcatura laser.

Il finanziamento riconosciuto a Datalogic, dopo l’esito positivo dell’istruttoria economica e tecnica effettuata dalla BEI, a conferma della validità e strategicità dei progetti in corso, è destinato a sostenere gli investimenti, l’attività di ricerca e sviluppo e l’innovazione tecnologica del Gruppo.

Si ricorda che la BEI sostiene gli obiettivi dell’Unione Europea attraverso finanziamenti a lungo termine per specifici progetti di investimento, contribuendo in tal modo ad una maggiore integrazione e coesione socio-economica dei paesi membri. In particolare svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo tecnologico fornendo finanziamenti a condizioni favorevoli per progetti di investimento in ricerca sani e sostenibili.

Siamo molto soddisfatti della fiducia accordataci dalla BEI che con questo finanziamento a condizioni favorevoli ha dimostrato di credere nei nostri progetti di sviluppo e soprattutto nella validità della nostra attività di ricerca. Considerando che la BEI investe in iniziative accuratamente selezionate con criteri altamente selettivi, è per noi motivo di orgoglio essere riconosciuti come destinatari dei suoi fondi. La vicinanza al cliente e l’attenzione alle sue esigenze sono il motore della nostra crescita e l’innovazione tecnologica rappresenta la spinta per lo sviluppo futuro” ha così commentato Romano Volta, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Datalogic.