Umbria: aperto l’accesso agli ingegneri ICT all’Ordine

78

Ampliato l’Elenco regionale professionisti utilizzato dalle PA per individuare soggetti da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di servizi di ingegneria

L’Ordine degli Ingegneri di Perugia, per il tramite del Presidente ing. Roberto Baliani e il consigliere referente della Commissione dell’Informazione ing. Marco Fabiani, ha chiesto con perseveranza, in più momenti dell’ultimo biennio, alla Regione Umbria di ampliare l’Elenco regionale professionisti utilizzato dalle Pubbliche Amministrazioni dell’Umbria per individuare soggetti da invitare alle procedure negoziate per l’affidamento di servizi di ingegneria anche ai servizi del settore dell’Informazione.

Con l’entrata in vigore del D.M. 143/2013 è stata definita una nuova classificazione dei servizi professionali di architettura e ingegneria e nuove regole per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure di affidamento dei servizi di architettura ed ingegneria (ai sensi dell’art. 91 del D. Lgs. 163/2006). La nuova classificazione introduce, colmando un precedente vuoto normativo, anche la categoria dei servizi ICT – Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione – (categorie T.01, T.02, T.03) svolte dagli ingegneri del settore dell’Informazione.

La richiesta è stata accolta e ciò permetterà alle Pubbliche Amministrazioni dell’Umbria (limitatamente a quelle convenzionate per l’utilizzo dell’elenco in questione) che devono affidare i servizi di ingegneria nei settori dell’ICT tramite procedure negoziate, di utilizzare l’Elenco in questione al fine di selezionare i professionisti da invitare alla procedura e agli ingegneri ICT di iscriversi al suddetto elenco (Bando di prossima scadenza 31.12.2015)

La modalità di predisposizione della domanda è possibile solo attraverso il portale http://elencoprofessionisti.regione.umbria.it/ (previa registrazione al sistema regionale di identificazione FedUmbria);

I possibili servizi ICT, individuati dalla Regione Umbria, sono stati identificati con i codici dal 29 al 40 e ciascun professionista può iscriversi a più tipologie di servizi fino ad un massimo di 10 servizi.

La domanda, prodotta con il portale suddetto, va sottoscritta e inviata tramite PEC a direzioneambiente.regione@postacert.umbria.it (link sends e-mail) allegando il proprio CV professionale.