Smartphone: crescita infinita?

25

Previsti 1,2 miliardi di smartphone venduti nel 2014. Fino al 2018 la crescita media delle vendite sarà del 12,3%. Android e iOS registreranno un leggero calo, a beneficio di Windows Phone

La vendita di smartphone a livello globale non sembra fermarsi. A dirlo è IDC, secondo cui nel 2014 le consegne di questi device supererà 1 miliardo e 200 mila pezzi, in crescita del 23% rispetto a quanto registrato nel 2013. E lo stesso succederà negli anni successivi. Il famoso istituto di ricerca stima, infatti, che fino al 2018 si assisterà annualmente ad un aumento medio delle vendite di smarthone del 12,3%. Questo grazie a Paesi in piena trasformazione digitale come l’India, l’Indonesia, Russia e Cina. Solo in quest’ultimo mercato si assisterà alla vendita di 1/3 di tutti i device che saranno distribuiti a livello mondiale.

Fattore determinate in questo processo di sviluppo è la progressiva diminuzione dei prezzi di tali dispositivi: 335 dollari il costo medio nel 2013, 314 stimato nel 2014 e 267 nel 2018.

Android continuerà ad essere leader tra i sistemi operativi mobile, anche se vedrà un leggero calo nella sua diffusione: da una quota dell’80,2% stimata per il 2014 si passerà al 77,6% nel 2018. Calo anche per iOS di Apple che perderà l’1,1%, scendendo così dal 14,8% al 13,7% nel 2018.  A beneficiarne sarà invece Windows Phone, la cui crescita sarà mediamente di circa il 28,1% l’anno. Il market share del sistema Microsoft passerà dal 3,5% al 6,4% del 2018.

Fino a quando gli smartphone continueranno a giocare un ruolo da protagonisti? Difficile dirlo, ma diversi fattori influenzeranno questo fenomeno: la diffusione dei tablet, l’Internet of Things e l’ascesa dei dispositivi Wereables. Tutti elementi che incideranno sul destino