• BitMat
  • CBR
  • Linea EDP
  • ITIS
  • Top Trade

Facebook, truffa in Borsa e online

facebook-phishing-email

di Dario Martucci

Dal broglio-flop al Nasdaq alle mail che offrivano partnership per l’Ipo. Il social network più noto al mondo vive momenti molto difficili

Con il lancio in pompa magna in Borsa e la fibrillazione dei nuovi investitori che pensavano di fare soldi senza rischi, ci si è catapultati non solo ad un flop azionario di grande eco, ma anche alle truffe online. Facebook, in questi ultimi giorni, sta vivendo il momento più difficile da quando è sbarcato sul web. Il social network più conosciuto al mondo ha attirato così tanti possibili investitori che, come una scheggia impazzita, è diventato il bersaglio preferito dei cyber criminali via mail.

 

Sono stati rilevati 419 messaggi scammer nei giorni precedenti alla discesa nel listino di Nasdaq. Messaggi che proponevano delle partnership per l’Ipo di Facebook “FACEBOOK (IPO) SUBSCRIPTION PARTNERSHIP PROPOSAL”, con il titolo scritto a lettere maiuscole, tipico di questo genere di raggiri.

 

Ad accorgersi di queste singolari offerte per l’acquisizione di azione di Facebook è stato Symantec Security Response che ha localizzato le mail che riportavano come mittente un’azienda finanziaria con uffici in varie parti del mondo. La natura esatta della truffa non è ancor stata chiarita.

 

Nell’invito è però menzionato il prestito di soldi con condizioni soft o generose per l’acquisto di azioni di Facebook che dovrebbero poi essere rivendute all’azienda finanziaria a un prezzo superiore rispetto al prezzo di acquisto iniziale. Sulla testa di fb anche questa tegola dopo lo sbarco in Borsa con i titoli in rialzo e poi il crollo totale sotto la quota inziale e successivamente  la class action intentata dagli azionisti truffati e che ora vogliono giustizia, e i loro soldi investiti.

© Riproduzione Riservata

I commenti per questo articolo non sono disponibili

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati