Cloud computing per le PMI, la proposta su misura arriva da IBM

56

Si chiama IBM Ready Pack for Cloud, la soluzione proposta da Big Blue che si basa su una infrastruttura virtualizzata e ottimizzata capace di supportare da 48 a 100 macchine virtuali. Col software StarterKit for Cloud gli utenti hanno vita più facile nel lavoro

Le PMI possono stare tranquille nel caso in cui volessero realizzare, ed investire tempo e denaro, per realizzare un vero ambiente cloud. Grazie a IBM, infatti, questa operazione è stata semplificata e non richiede grandi investimenti grazie a IBM Ready Pack for Cloud.

 

Una soluzione basata su un’infrastruttura virtualizzata e ottimizzata, certificata dal laboratorio IBM di Montpellier e validata da VMware e NetApp, che può supportare da 48 a 100 macchine virtuali, ed è espandibile in tutte le sue componenti. Il software incluso nella soluzione, “StarterKit for Cloud”, permette agli utenti di richiedere e disporre rapidamente di quello che serve tramite un’interfaccia web.

 

Un portale self service intuitivo, invece, consente di ridurre i tempi di implementazione e di utilizzo. I reparti It, con questa struttura, possono monitorare e gestire gli ambienti cloud, consentendo di aumentare il livello di efficienza e di utilizzo dei datacenter. La misurazione dei workload e gli strumenti aggiuntivi permettono una pianificazione avanzata e controlli sicuri.

 

Per una piccola e media impresa, quindi, bastano poche ore per avere un’architettura cloud e inoltre non servono competenze specialistiche. Il prezzo, inferiore ai 35 mila euro per utente finale, è al di sotto della media di mercato, ma tutta la qualità IBM è sicuramente sopra ogni media.