• BitMat
  • CBR
  • Linea EDP
  • ITIS
  • Top Trade

Quali sono i bisogni di chi naviga in mobilità? Ce li dice Ericsson

mobile

di Redazione BitMat

Il report indica i 4 fattori più importanti che influiscono sull’esperienza delle 6 categorie di utenti

La rapida adozione di smartphone e di altri dispositivi connessi sta trasformando lo scenario della banda larga mobile, dando vita a nuove modalità con cui gli utenti lavorano, giocano e comunicano. In questo contesto è fondamentale differenziare le categorie di consumatori sulla base di ciò che ritengono prioritario, dalle prestazioni della rete al controllo dei costi all’utilizzo del traffico dati. Proprio in questa direzione ConsumerLab Ericsson ha realizzato uno studio, condotto in Italia, USA, Svezia e Regno Unito individuando sei diverse categorie di consumatori mobile in base alle priorità che  attribuiscono ai servizi offerti. Sono proprio queste priorità che influiscono sull’esperienza dell’utente e sul rapporto con il proprio operatore. Esse sono: qualità della rete, costi, interazione e dispositivo.
Per quanto riguarda la qualità delle prestazioni di rete si osserva che oggi è uno dei fattori più importanti che determina la fedeltà verso il proprio operatore. Di conseguenza, garantire la velocità e l’affidabilità della connessione è fondamentale per l’operatore per poter costruire una relazione duratura con il consumatore. Anche il rapporto qualità-prezzo dei servizi offerti rappresenta un fattore decisivo per molti utenti: ritrovarsi con un piano tariffario non adatto alle proprie esigenze può incidere negativamente e indurre il consumatore a cambiare operatore mentre un piano trasparente e flessibile può migliorare sensibilmente l’esperienza dell’utente.
Il rapporto tra operatore e consumatore è percepito attualmente come distante e poco familiare. La maggior parte degli utenti non ha vissuto esperienze eccessivamente negative ma manca un tocco personale e la relazione è considerata troppo defocalizzata. Secondo lo studio del ConsumerLab Ericsson la relazione tra il consumatore e l’operatore può essere infatti migliorata attraverso programmi che premiano la fedeltà, offerte personalizzate che facciano sentire l’utente più coinvolto e aumentandone così il livello di soddisfazione.
Anche i dispositivi che un operatore propone nelle proprie offerte sono importanti per alcuni consumatori: includere gli smartphone più nuovi e ambiti nelle proprie offerte è un altro elemento importante che consente di consolidare la relazione operatore-utente.

In base a questi fattori, il ConsumerLab individua sei categorie di utenti:

  • Performance Seekers: considerano fondamentale la qualità della rete e della connessione. Pensano che si possa fare tutto attraverso un dispositivo connesso.
  • Devicers: sono i consumatori per i quali lo smartphone non è solo uno strumento di comunicazione ma un oggetto che rappresenta uno stile di vita e uno status symbol. La scelta dell’operatore può dipendere anche dal dispositivo offerto.
  • VIPs: sono invece quei consumatori che ritengono fondamentale l’interazione con il proprio operatore e che amano sentirsi utenti privilegiati attraverso servizi e promozioni personalizzate, offerti per rispondere alle loro esigenze.
  • Cost Cutters: danno priorità alla convenienza economica dei piani tariffari, sono alla ricerca di offerte low cost e premiano gli operatori che non li sorprendono con costi aggiuntivi imprevisti.
  • Curious Novicers: sono quegli utenti che si stanno affacciando al mondo dell’Internet mobile e che stanno progressivamente scoprendo il potenziale dei dispositivi connessi. Per questa categoria, è prioritaria la relazione con l’operatore, da cui si aspettano un supporto tecnico e consigli amichevoli.  Le prestazioni della rete e del dispositivo, nonché la sua facilità di utilizzo, sono altri elementi chiave che influiscono sulla relazione con l’operatore di questa categoria di consumatori.
  • Control Seekers, coloro che, per evitare brutte sorprese nella fatturazione, tengono costantemente sotto controllo l’uso di Internet in mobilità.

E voi che tipo di consumatori siete?

© Riproduzione Riservata

Commenti:

0 commenti riguardanti Quali sono i bisogni di chi naviga in mobilità? Ce li dice Ericsson

Lascia un Commento

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati