• BitMat
  • CBR
  • Linea EDP
  • ITIS
  • Top Trade

BenQ Videoproiettori con Tecnologia BlueCore Laser

benq_logo

di Redazione BitMat

Presentata la nuova generazione di videoproiettori con tecnologia BlueCore Laser e il nuovo miniproiettore compatto GP2

BenQ, azienda di primo piano nell’innovazione tecnologica digitale e leader in Italia per i videoproiettori DLP, presenta i nuovi modelli BenQ LX60ST e BenQ LW61ST e il miniproiettore compatto GP2.

I due nuovi videoproiettori sono dotati di ottica corta dedicati alle applicazioni industriali e agli utilizzi come musei, negozi e fiere. Integrano per primi la tecnologia BlueCore Laser, caratterizzata da una sorgente luminosa senza mercurio. Questa soluzione BenQ offre un incredibile incremento prestazionale del videoproiettore, riduce il consumo elettrico fino al 90%, abbatte i costi di mantenimento dell’apparecchio, azzera i tempi di attesa per accensione e spegnimento.

I due nuovi proiettori nascono con l’intento di riuscire a conciliare le esigenze di risparmio economico con elevate performance tecnologiche, nella consapevolezza che sempre più spesso la tecnologia rappresenta il mezzo migliore per stimolare e incuriosire l’utente finale.

Il merito nel raggiungimento di quest’obiettivo è della sorgente illuminante che, utilizzando un laser al posto di una tradizionale lampada al mercurio, dura più a lungo, è più sicura ed è amica dell’ambiente. Essa consente di visualizzare immagini brillanti, vivide e piene, mantenendo i costi di gestione ragionevolmente bassi e riducendo il consumo elettrico fino al 90%.

La tecnologia BlueCore Laser migliora questi aspetti:

• Contrasto di 80.000:1 per immagini eccezionalmente chiare e nitide

• Durata 20.000 ore in modalità Eco

• On/Off istantaneo del videoproiettore

• Regolazione puntuale della luminosità, per adattarla all’ambiente

La possibilità di ridurre la potenza elettrica fino al 90% costituisce una delle funzioni più interessanti dei proiettori BlueCore Laser di BenQ. La sorgente laser può essere regolata manualmente e a piacere fino al 10% della sua luminosità.

La tecnologia SmartEco Advanced ne ottimizza ulteriormente le performance e aggiunge caratteristiche particolarmente utili:  

• SmartEco Mode: determina automaticamente il livello ottimale di luminosià in funzione del segnale, al fine di generare il migliore contrasto

• No Source Detected Mode: riduce automaticamente la luminosità al 10% quando per 3 minuti il videoproiettore non trova nessun segnale in ingresso

• Eco Blank Mode: si spegne automaticamente quando il videoproiettore non viene utilizzato. In questa condizione il videoproiettore riduce il suo consumo al 10%.

Le altre caratteristiche dei proiettori BlueCore Laser LX60ST e LW61ST sono la luminosità da 2000 ANSI lumen, risoluzione XGA/WXGA, ottica corta da 0.6/0.49, 2 x 10W con 2 casse incorporate, ingresso microfono, potenza assorbita in standby minore di 0.5W, Apple iPhone/iPad wireless con app “Qpresenter” ed accessorio opzional USB Dongle, LAN Display, USB Display e proiezione inclinabile di 360°. Garanzia 3 anni “full” laser incluso.

Un’altra interessante novità è GP2, il miniproiettore compatto con dock integrata per iPhone e iPod che permette di mostrare in qualunque situazione film, foto, presentazioni, giochi, musica, app. Il nuovo device BenQ molto leggero sta in un palmo di mano non ha bisogno di cavi o spine elettriche e riesce a restituire una grande qualità cinematografica anche a breve distanza dallo schermo.

Per il lancio del GP2 è stato realizzato un minisito dedicato con una grafica innovativa, con codice ottimizzato per iPhone e iPad, uno dei primi nel suo genere a essere compatibile anche da mobile. Caratterizzato da un’usabilità molto semplice, consiste essenzialmente in una storia che si racconta scorrendo la pagina verso il basso e che fa comprendere in modo immediato in che modo utilizzare il nuovo modello.

 

Il sito è organizzato con un sistema di piani, programmati in html5, che si muovono in parallasse permettendo di sfruttare tutte le potenzialità delle animazioni web. Le scene si compongono mano a mano che si scorre verso il basso e gli elementi al loro interno prendono vita animandosi.

La tridimensionalità è resa da 4 piani sfalsati che con velocità diversa si combinano su un livello di sfondo. Il minisito è fruibile anche da iPad e iPhone mediante il semplice scorrimento delle dita, permettendo di vivere a pieno l’esperienza con device touch.

© Riproduzione Riservata

I commenti per questo articolo non sono disponibili

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati